Si è verificato un errore nel gadget

martedì 17 maggio 2011

Guida turistica Ancona


Guida turistica Ancona - Visita guidata Ancona

Da vedere
Ancona, capoluogo di regione e di provincia, deve le origini del proprio nome alla parola greca “ankon”, gomito, che appunto ricorda la particolare morfologia della sua costa.
Nel corso della visita guidata si possono ammirare numerose chiese e palazzi di notevole interesse storico artistico.
Da visitare: la Cattedrale di S. Ciriaco, splendida basilica romanico-gotica costruita sulle fondamenta di un tempio italico del IV sec a.C e di una successiva chiesa paleocristiana del VI sec., la Chiesa romanica di Santa Maria della Piazza, i resti dell' anfiteatro romano (I sec. d. C.) , il trionfale Arco di Traiano in fondo al porto ( I sec. d.C.), la Chiesa di San Francesco alle Scale e la Loggia dei Mercanti in stile gotico fiorito veneziano, il Palazzo degli Anziani, la Chiesa di San Domenico , i cinquecenteschi Palazzi Ferretti  e Bosdari che ospitano rispettivamente il Museo Archeologico delle Marche e la Pinacoteca Comunale e l'ottocentesco Teatro delle Muse.
Fulcro del commercio cittadino è la centralissima piazza Roma con la fontana dei cavalli, disegnata dall’anconetano Scipione Daretti e decorata dallo scultore Darlè nel 1775. Nelle vicinanze si trova un’altra fontana: la suggestiva fontana del Calamo o delle Tredici Cannelle, la cui antichità è attestata dal nome, di chiara derivazione greca, che ricorda l’ambiente palustre in cui sorgeva.
La visita di Ancona cintinua nel quartiere del Passetto dove sorge il monumento ai caduti della guerra del 1915-1918 disegnato in epoca fascista.
ll Passetto è la spiaggia di Ancona. Sono note le sue grotte che furono scavate dai pescatori alla base della rupe, a partire dalla fine del 1800, allo scopo di ricoverare le proprie barche. Ai nostri tempi rappresentano delle suggestive attrazioni turistiche.
Interessante e unico nel suo genere è il Museo Omero, nato con lo scopo di colmare questo vuoto nel panorama dei servizi culturali per non vedenti e anche per offrire uno spazio innovativo dove la percezione artistica passa attraverso suggestioni plurisensoriali extra visive.


Gastronomia
La ricetta di più antica tradizione è lo stoccafisso all’anconetana, che va cotto in teglia con le patate tagliate a grossi spicchi, il pomodoro, gli aromi naturali composti da odori mescolati e tritati. E’ consuetudine nella città dorica abbinare allo stoccafisso all’anconetana il Rosso Conero, vino storico di questa terra, dal colore rubino intenso e dal sapore corposo. Un altro piatto tipico di Ancona è il tradizionale brodetto, una caratteristica zuppa di pesce. Per cucinarlo occorrono tredici varietà di pesce, alcune delle quali vanno trattate in apposito tegame, prima delle altre, per il diverso tempo di cottura.Tra i piatti di pesce si segnala inoltre il “mosciolo” , cioè il mitilo pescato nella zona di Portonovo. Ciò che lo differenzia dalla cozza d’allevamento è la ricchezza di concrezioni e il profumo intenso di mare.Tra le paste, non si può non menzionare i “vincisgrassi” , tradizionale piatto marchigiano: si tratta di un timballo di sfoglia di pasta di casa al forno, che ad Ancona conosce anche varianti di pesce nel condimento.

Eventi e manifestazioni

Fiera di San Ciriaco ( 1-4 maggio)
Fiera internazionale della pesca ( Maggio)
Ancona jazz summer festival ( Luglio)
Festival Adriatico Mediterraneo ( agosto, settembre)
Festa del mare ( settembre)
Regata del Conero ( settembre)
Klezmer Festival


Nei dintorni

Visita guidata di Loreto: a mezz’ora di auto da Ancona si raggiunge Loreto, sede del più grande santuario mariano d'Italia, visitato da milioni di pellegrini provenienti da tutto il mondo. La città è legata alla venerazione della Santa Casa di Nazareth, che secondo la leggenda fu portata in volo dagli angeli. Baccio Pontelli, Luigi Vanvitelli, Bramante, Melozzo da Forlì, Luca Signorelli, Jacopo Sansovino e Lorenzo Lotto sono alcuni tra gli artisti che hanno lavorato a Loreto, lasciandovi opere pregevolissime.
Vale poi la pena di visitare, a circa 50 km di distanza, le grotte di Frasassi, uno spettacolo di natura unico, fra i complessi carsici più noti d’Italia.

Guide Turistiche Marche   - Ancona
Guida Ancona  - Guida turistica Ancona Andrea Giordani www.guideturistichemarche.it; e-mail: andrea@guideturistichemarche.it; tel  + 39 339 2964619
posted by Guide Turistiche Marche - Guide Turistiche Ancona
andrea@guideturistichemarche.it

Nessun commento: