Si è verificato un errore nel gadget

lunedì 30 maggio 2011

Guida Turistica Osimo

Guida Turistica Osimo - visita guidata Osimo

Osimo conserva resti di età romana: mura di cinta, ruderi di fonte Magna e statue acefale esposte nel Lapidario del palazzo comunale.

Da visitare

Il duomo di San Leopardo, in stile romanico - gotico, con l’interessante cripta che custodisce i sarcofagi dei primi martiri osimani.
Accanto al duomo si può ammirare il Battistero, con un prezioso fonte battesimale.
Di notevole interesse è la visita sotterranea alle grotte.
Osimo, infatti, è famosa per i suoi venti chilometri di gallerie sotterranee. Il camminamento ipogeo visitabile, ricco di bassorilievi e di suggestive istoriazioni di carattere religioso, è denominato il Cantinone, perché era il refettorio dei frati ubicato nel sotterraneo dell’antico Convento di San Francesco. Le grotte furono utilizzate, in passato, dai Frati Francescani anche come luogo di sepoltura.
La soprastante chiesa, conosciuta popolarmente come il santuario di San Giuseppe da Copertino, meta di pellegrinaggi, fu costruita in seguito all’abbattimento del vecchio edificio religioso francescano, per dare posto alla nuova costruzione.
Il teatro La Nuova Fenice, sede di numerosi spettacoli e concerti di musica classica, è caratterizzato da decorazioni ottocentesche.
Palazzo Campana, un tempo prestigioso collegio maschile, è oggi sede della Biblioteca Comunale e Archivio Storico, del Museo Civico ed Archeologico e della Civica Raccolta d’Arte.
La Chiesa di San Marco custodisce un capolavoro del Guercino, la Madonna del Rosario con San Domenico e Santa Caterina da Siena.

Ad Osimo si trovano molte dimore settecentesche, Ville Bellini, Villa Cannone, Villa Leopardi Dittaiuti, Villa Montecervo, Villa Montecalvo, Villa Orsi, Villa Montegallo, ubicate fuori dal centro storico, le quali conservano giardini di notevole interesse culturale.

Nei dintorni

Il Santuario della Madonna Addolorata di Campocavallo (fraz. di Osimo) è situato a circa tre chilometri dal centro storico. La chiesa ha uno stile neogotico-lombardo e venne costruita su progetto dell'osimano Costantino Costantini nel 1892. Si racconta, secondo la leggenda, che il 16 giugno 1892, i fedeli videro la Vergine muovere gli occhi. Il prodigio si diffuse rapidamente e portò a Campocavallo pellegrini da ogni regione d'Italia e d'Europa.
Nella località Montetorto, fraz. Casenuove è stato rinvenuto un impianto di produzione agricola, forse appartenente ad una villa rustica romana (fine I sec. a.C. - IV/V sec. d.C.). Lo scavo archeologico ha messo in luce torchi vinari ed oleari che permettevano le fasi di spremitura, raccolta e conservazione dei liquidi. È, inoltre, presente, nella stessa località, la chiesa di san Filippo de Plano, attuale precettoria dell’ordine dei Templari, risalente al 1192.
Eventi e manifestazioni

Spettacoli e stagione prosa teatro La Nuova Fenice
Festa della trebbiatura ( agosto)
Sagra della rana ( luglio)
Festa del covo ( agosto)
Festa di San Giuseppe da Copertino (settembre)

Guide Turistiche Marche - Guida Osimo Andrea Giordani  http://www.guideturistichemarche.it/

Per info e prenotazioni visite guidate nella provincia di Ancona: andrea@guideturistichemarche.it